86o SEG International Exposition & Meeting

Dallas, 16 - 21 ottobre 2016

 L' 86esimo congresso della Society of Exploration Geophysicists (SEG) si svolgerà a Dallas (Texas), K.B. Hutchinson Convention Center, dal 16 al 21 ottobre 2016.

Quest'anno SEG  offre la possibilità di richiedere travel grants per la partecipazione alla conferenza.

Maggiori informazioni sono disponibili nella lettera allegata.

78esimo EAGE Conference & Exhibition

Vienna, 30 maggio- 2 giugno 2016

 

Il 78esimo congresso della European Association of Geoscientists and Engineers (EAGE) si svolgerà alla Reed Messe Wien Vienna (Austria) dal 30 maggio al 2 giugno 2016.

Quest'anno EAGE offre ai membri delle associated societies (come la nostra), che non hanno mai partecipato ad una conferenza EAGE, la possibilità di usufruire di un introductory discount pari al 70%, per l'ingresso in una giornata di conferenza.

Si potrà quindi acquistare un "one day conference & exhibition ticket" a 95 Euro (invece di 295 Euro), e un  "one day exhibition ticket" a 45 Euro

Maggiori informazioni sono disponibili nella lettera allegata.

SEG 2016 Honorary Lecture Europe - Infusing rock physics into seismic inversion

Michael Kemper, 24-27 Maggio

questa primavera si terrà in Italia la SEG honorary lecture di Michael A.C. Kemper, intitolata:

"Infusing rock physics into seismic inversion"

Ci saranno ben quattro tappe in Italia, dal 24 al 27 maggio:

 

  • 24 Maggio, Torino (Politecnico di Torino - student chapter) - per maggiori informazioni: valentina.socco@polito.it
  • 25 Maggio, San Donato Milanese (Sezione italian EAGESEG), ore 14:30 presso Eni, 5o palazzo uffici - sala Barbara. Per maggiori informazioni e per confermare la partecipazione: claudio.dagosto@eni.com
  • 26 Maggio, Pisa (University of Pisa Geophysical Society) - per maggiori informazioni: mazzotti@dst.unipi.it
  • 27 Maggio, Napoli - per maggiori informazioni: unina.seg@gmail.com

 

La partecipazione è gratuita. Maggiori informazioni sul sito www.seg.org

 

ABSTRACT 

Mick Jagger, philosopher and singer of The Rolling Stones back in 1969, sang rather pessimistically "You can't always get what you want." These words should ring true to all geoscientists: What we really want are measures of rock properties (such as facies/rock types, porosity, saturation, etc.), but what we typically measure in the field are quantities like resistivity, density, seismic wiggles, etc., —signals that are "somehow" related (to a smaller or larger degree) to these desired rock properties.

Obtaining profiles of rock properties from measured well logs is called petrophysical evaluation. Geologists, when they want to obtain estimates of overpressures, talk about prediction. Geophysicists, trying to obtain 3D images of rock properties from processed 3D seismic data, have a perhaps better, more formal name for this process: inversion.

Seismic inversion is a difficult endeavor, for the simple reason that the earth filters out a lot of the useful signal as it travels from a source through the subsurface to the receivers. What we are left with is a band-limited signal with restricted information content. This can be readily seen when we compare a seismic trace against a corresponding impedance profile: The latter typically becomes larger as we go deeper (compaction hardens the earth), whereas the former keeps wiggling around zero. What a mismatch!

Even though the new broadband seismic acquisition technique increases the seismic information content (good!), the signal is still band-limited, and keeps wiggling around zero. Thus, the mismatch with the hardening impedance profile is still there.

In that same song, Jagger also sings of a more optimistic moment: "If you try sometimes, you might find … you get what you need!" — a sentiment I wholeheartedly agree with! Seismic inversion may be difficult, and the information content of the seismic signal may be limited, but there are ever more sophisticated ways to perform seismic inversion, and that is what this lecture is all about.

The trick really is that somehow we need to add information to the seismic inversion process that is not in the seismic itself. For instance, low-frequency information (as the seismic is band-limited), or high-frequency information (for the same reason). Much of this lecture is about adding this extra information, because there are many ways to do this, though not all equally successful. We shall focus specifically on using rock-physics models to better derive the extra information, because these are nothing other than relationships between what we get and what we want! Just to put the reader's mind (and ears) at ease: I shall not be singing during the lecture.

2GeoNet - 11o Open Forum

Venezia, 9-11 maggio 2016

2GeoNet, il Network Europeo di eccellenza sullo stoccaggio geologico della CO2, organizza ogni anno un Open Forum a Venezia. L’evento, ora alla sua 11ma edizione, è divenuto un’occasione da non perdere per molti stakeholders, tra i quali rappresentanti e funzionari della Commissione Europea, industrie, autorità nazionali e locali, NGO e ricercatori, che hanno l’opportunità unica di interagire direttamente, durante l’Open Forum, con i colleghi del più grande network Europeo che si occupa di stoccaggio geologico della CO2 (CCS). In effetti, CO2GeoNet ha continuato ad espandersi negli anni ed ora conta 26 membri da 19 paesi Europei, tutti istituti di ricerca con una ampia esperienza nel CCS.

Il COP21 che si è tenuto a Parigi lo scorso dicembre, ha raggiunto un importante accordo per mantenere l’aumento della temperatura ben al di sotto dei 2 °C. Tale obiettivo richiede un incredibile sforzo nella riduzione delle emissioni di CO2 nei prossimi anni e prima del 2050.

L’Open Forum di quest’anno “Increasing momentum for CO2 storage” intende fare il punto sul ruolo che lo stoccaggio geologico della CO2 avrà per raggiungere gli obiettivi del COP21 e sarà seguito, il giorno 11 Maggio, da tre workshops tematici.


9 maggio: “Contributo del CCS dopo il COP21"

  • il quadro di riferimento
  • le prospettive Europee dopo il COP21
  • CCS e le “roadmaps” nazionali
  • CCS “non tradizionale” e suo contributo nelle riduzione delle emissioni

 

10 maggio: “Progetti pilota, progetti dimostrativi, R&S”

  • stato dei progetti integrati a larga scala
  • stato e progresso dei progetti pilota
  • ruolo della R&S nell’implementazione dei progetti CCS


11 maggio, Workshop paralleli

“Gestire la responsabilità: completamento del progetto, responsabilità e suo trasferimento relativamente al sito di stoccaggio”

(workshop co-organizzato da: Gassnova e CO2GeoNet)

Il workshop analizzerà i seguenti aspetti connessi al rischio ed alle responsabilità nei siti di stoccaggio: incertezza geologica; identificazione, probabilità ed intensità di eventi che possono causare fuoriuscite di CO2; potenziali impatti; azioni correttive e costi; responsabilità per lo stoccaggio. 

“Trasporto e reti di stoccaggio a servizio di progetti distribuiti di cattura – il link mancante ? “

(workshop co-organizzato da: EERA-CCS e CO2GeoNet)

Il workshop analizzerà le opportunità per lo sviluppo di infrastrutture di trasporto e stoccaggio della CO2. Il fine è duplice: dare garanzia ai progetti di cattura della CO2 che questa potrà essere stoccata in siti idonei e consentire agli operatori di sviluppare piani di investimento che siano meno dipendenti da progetti CCS “punto a punto”.

“Progetti pilota di stoccaggio della CO2 in Europa”  

(workshop co-organizzato da: REPP-CO2 e CO2GeoNet)

Il workshop offrirà modo di scambiare esperienze tra gli operatori di progetti pilota in corso o programmati in paesi Europei quali Spagna, Italia, Regno Unito, Olanda e la Repubblica Ceca.

 

 

Per ulteriori informazioni il sito di riferimento è:

                                                                    http://www.co2geonet.com/venice2016  

 


21/5/2012: DISC 2012 - Elements of Seismic Dispersion: a Somewhat Practical Guide to Frequency-Dependent Phenomena

Chris Liner, San Donato Milanese 21 maggio 2012

 

 SEG, in collaborazione con la Sezione Italiana SEG-EAGE ed eni, organizza una conferenza di un giorno intitolata "Elements of Seismic Dispersion: a Somewhat Practical Guide to Frequency-Dependent Phenomena".  Si tratta dell'edizione italiana della lecture SEG Distinguished Instructor Short Course (DISC). Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito SEG.

La lecture si terrà a San Donato Milanese nel Quinto Palazzo Uffici Eni, in via Emilia 1, il 21 maggio 2012 dalle ore 9:00 alle ore 17:30 nella Sala Conferenze.

La partecipazione alla lecture é a pagamento (80 € per i soci SEG, 160 € per i non soci) ed é necessario registrarsi QUI entro il 16 maggio 2012.  Quest'anno i Student Member del SEG possono partecipare GRATUITAMENTE alla lecture, sempre previa iscrizione entro il 16 maggio sul sito della sezione.

Dopo il 16 maggio le registrazioni e di pagamenti saranno accettati solo onsite ed in contanti alla reception della lecture con un sovraprezzo di 20 euro per tutti, compresi i SEG Students Memebrs.

 

ABSTRACT

 

The classical meaning of the word dispersion is frequency-dependent velocity. Here we take a more general definition that includes not just wave speed but also interference, attenuation, anisotropy, reflection characteristics, and other aspects of seismic waves that show frequency dependence. At first impression, the topic seems self-evident: Of course everything is frequency dependent. Much of classical seismology and wave theory is nondispersive: the theory of P- and S-waves, Rayleigh waves in a half-space, geometric spreading, reflection and transmission coefficients, head waves, and so forth. Yet when we look at real data, strong dispersion abounds. This course is a survey of selected frequency-dependent phenomena that routinely are encountered in reflection-seismic data. The Learning goals are:

  • gain a broad understanding of dispersive phenomena and related investigation tools
  • derstand the fundamental difference between intrinsic and apparent dispersion phenomena
  • improve knowledge of the reflection process beyond the classic model
  • provide an appreciation of historical development and a deep guide to the literature for self-study.

The main items of the lecture are Time and frequency, Vibroseis Harmonics, Near Surface, Anisotropy, Attenuation, Interference, Biot Reflection.


SEG (Society of Exploration Geophysicist) - Deep Geothermal Exploration Section

A new SEG section for the Deep Geothermal Exploration will be grounded.

We welcome the participation of the Italian scientific community to such initiative.

Please forward your registration via e-mail to Piasentin@GeoNeurale.com.